martedì, 19 Marzo, 2019

Il bordatino è un antica zuppa Toscana, chiamato così perché veniva cucinato e consumato a bordo nelle lunghe traversate fatte dalle imbarcazioni che trasportavano granturco, il bordatino alla pisana è un piatto molto povero a base di farina di mais, fagioli e cavolo nero.

Difficoltà: Bassa
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti

Ingredienti per 4 persone
250 g di farina gialla
un cavolo nero
150 g di fagioli cannellini secchi
n°2 carote
una cipolla
una costa di sedano
prezzemolo
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Bordatino-pisano

Procedimento
Mettete i fagioli a bagno per una notte, il mattino seguente lessateli in un litro e mezzo d’acqua e conservate il liquido di cottura. Passatene la metà al setaccio.

In un tegame dai bordi alti preparate un soffritto con l’olio, l’aglio, il sedano, la carota, la cipolla e il prezzemolo tritati finemente; dopo qualche minuto unite le foglie di cavolo tagliate a striscioline con il concentrato di pomodoro sciolto in poca acqua, facendole appassire per una ventina di minuti a pentola coperta, poi aggiungete i fagioli passati e quelli interi con il liquido di cottura caldo. Aggiustate di sale e di pepe.

Quando comincerà a bollire versate a pioggia la farina gialla e cuocete per circa mezz’ora, mescolando spesso (se necessario unite un altro po’ di acqua calda).

Servite il bordatino alla pisana con un filo d’olio extravergine a crudo.

Tags: , , , , , , ,